mercoledì 6 marzo 2013

Tagliolini a sorpresa:proteine vegetali per la salute

1 hamburger di soya (100 g)
70 g di tagliolini (di grano duro o all'uovo)
un trito di carota sedano e cipolla
2 pomodori da sugo freschi (o in scatola)
1 cucchiaio di olio evo
basilico, origano, aglio, sale, pepe, peperoncino a piacere


L’aspetto è identico al piatto più amato dagli italiani, ma invece della carne ecco la sorpresa vegetariana, che non ha nulla da invidiare alla tradizione ed è più leggera da digerire. Scegliete bene la qualità della soya: la marca fa la differenza tra un hamburgher di soya buono e gustoso e un altro pessimo. Comprate sempre nei negozi di alimenti naturali specializzati.

Preparate un sugo stufando il trito nell’olio con due cucchiai d’acqua, poi unite i pomodori a pezzetti, aglio sale e pepe o peperoncino: cuocete per venti minuti, poi unite l’hamburger tritato al coltello, le erbe aromatiche e cuocete per dieci minuti ancora. Cuocete i tagliolini al dente, scolateli e versateli nella padella del sugo facendoli saltare per insaporire e mescolando bene.

Consigli nutrizionali di Silvia



Il piatto rispecchia la tradizione: gli ortaggi del trito sono identici, fonti di fibra, minerali, vitamine e antiossidanti, sebbene questi ultimi due risentano molto della cottura che ne degrada una buona parte, non rendendoli più disponibili.
I pomodori invece mantengono i due antiossidanti principali: licopene e betacarotene, importantissimi per l'organismo.
Si presta ad essere un piatto unico, magari preceduto da una cruditè di verdure di stagione, che aumentano le fibre presenti nel pasto, altrimenti molto scarse. Le fibre servono a dare sazietà, ad abbassare il carico glicemico (rallentando l'assorbimento dell'amido contenuto nella pasta, la glicemia ha un innalzamento meno repentino, ma più graduale e duraturo).