lunedì 28 gennaio 2013

Polpettine delle nuvole


80 g carne di manzo magra tritata 
1 uovo
sale pepe, macis o noce moscata
aglio, prezzemolo
2 fetta di mollica di pane
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
brodo
verdura a scelta (nella foto carote e broccoletti)

Queste polpettine bollite, leggerissime, con la vellutata di verdura colorata e saporita non fanno rimpiangere quelle fritte o al forno che si fanno di solito: il procedimento è quello abituale, facilissimo, chi non è capace di fare le polpette?

Mescolate la carne di manzo tritata – bene anche altri tipi di carni, come pollo, maiale, tacchino o vitello – con la fetta di pane bagnata nel brodo e strizzata, il formaggio, sale, pepe, aromi: sbattete l’uovo e unitene quel poco che basta, uno, due cucchiai circa per porzione, per legare il composto. Solo se serve ad asciugare il composto unite pochissimo pangrattato. Formate palline piccole e tuffatele nel brodo bollente per tre minuti: toglietele con una schiumarola e mettetele da parte. Scegliete uno o due tipi di verdure che vi piacciono, di colore diverso. Lavatele e preparatele separatamente in questo modo: in un pentolino mettete la verdura cruda, un po’ di acqua, sale, coprite e fate cuocere con il coperchio finchè saranno tenere, aggiungendo erbe aromatiche e spezie a piacere e, alla fine, un cucchiaio d’olio. Frullate e disponete le due vellutate sul piatto, come condimento delle polpette. Per la foto si sono usate carote con alloro e cime di broccoletti con aglio e peperoncino.
Servitele calde o tiepide.

Commento nutrizionale di Silvia


Ricetta d’effetto, con una presentazione elegante, ottima anche in occasioni speciali. Rispetto alle polpette tradizionali, c’è meno formaggio, ma la grossa differenza è la cottura: si fanno bollire invece di friggere. Risultano così più delicate, digeribili, magre e sicuramente più sane. La frittura prevede un certo assorbimento di olio da parte degli alimenti, con aumento del quantitativo di grassi e di calorie. Il danno principale però è dato dal deterioramento dell’olio durante la cottura. Quindi far bollire le polpette è un’idea geniale che permette di ottenere un piatto abbondante ma delicatissimo. Ottimo l’abbinamento con altra verdura in insalata o 100 g di patate bollite e 50 g di pane per completare il pasto. Questo piatto è già molto proteico, quindi le patate, che hanno un contenuto proteico trascurabile, sono l’associazione più indicata.