mercoledì 19 dicembre 2012

Insalata di gamberetti al profumo dei tropici

150 g gamberetti lessati e sgusciati
50 g ciascuno di mango e avocado
50 g ciascuno di peperone rosso e sedano
1 cucchiaino semi di sesamo
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
limone (o lime), sale

Insalata insolita e squisita, da provare, va bene come antipasto o secondo fresco: la frutta tropicale deve essere matura e morbida, scegliete bene quindi al supermercato e poi lasciatela in casa alcuni giorni. L’avocado nei paesi tropicali ha la buccia marrone ed è morbido come il burro, qui in Italia sarà impossibile, fatelo però maturare bene fino a quando la polpa non sia diventata tenera, ma non molle.Tagliate a cubetti la frutta e spruzzatela col limone perché non annerisca, a striscioline fini il pezzetto di peperone e il gambo di sedano: disponete i vari ingredienti sul piatto di portata, con sopra i gamberetti, spolverate con i semi di sesamo, un filo d’olio e qualche goccia di limone. Con il rigalimoni togliete la scorza superficiale e unite qualche filo all'insalata: se avete trovato il lime, molto aromatico e meno acido del limone, tagliate qualche fettina di polpa e aggiungetela. Lasciate riposare in frigorifero prima di servire. Decorate con foglie di insalata valeriana.

commento nutrizionale di Silvia


Insalata fresca e appetitosa, da abbinare a una bella fetta di pane per completare il pasto. 
Può anche essere preceduta da pasta al pomodoro senza aggiunta di olio o al riso come accompagnamento.
L'abbinamento frutta, carboidrati e proteine non è di facile digestione e può provocare senso di gonfiore a chi soffre di questi disturbi.
I gamberetti sono leggeri, poco calorici, con pochissimi grassi ma un ottimo contenuto di proteine, abbastanza ricchi di colesterolo e di purine. Il colesterolo è in buona parte compensato dalla qualità dei grassi contenuti, poliinsaturi omega-3, che migliorano i livelli di colesterolo favorendo quello "buono" HDL rispetto al "cattivo" LDL.
Contengono inoltre iodio, zolfo e potassio.