lunedì 12 novembre 2012

Spaghetti con zucchine e capesante


70 g spaghetti

150 g zucchine fresche
100 g polpa di capesante
(anche surgelate
2 cucchiai di olio extravergine di oliva (evo)

prezzemolo tritato
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di latte
sale pepe

Pulite la zucchina, tagliatela a fettine sottilissime dalla parte lunga con la mandolina o con un coltello affilato. In una padella antiaderente mettete un goccio d’olio, poi con la carta da cucina spargetelo sul fondo per ungerlo leggermente, ma togliendolo quasi del tutto: adagiatevi metà delle fettine di verdura e fatele tostare con un pizzico di sale, poi toglietele e tenetele da parte. Nella stessa padella fate appassire a fuoco molto basso l’altra parte delle zucchine con lo spicchio d’aglio e un pizzico di sale: mettendo il coperchio cuoceranno in 3 minuti con la loro umidità (non aggiungete acqua). Frullate queste ultime con due cucchiai di acqua e due di latte per ottenere una crema che disporrete sul fondo del piatto di portata. Tagliate a pezzetti la polpa delle cappesante, tenendo intero il corallo, e fatele solo scottare, rimettete il coperchio e tenete in caldo.  Cuocete gli spaghetti al dente, scolateli, metteteli nella padella con due cucchiai di acqua di cottura, un cucchiaio d’olio, il prezzemolo tritato, pepe a piacere,  le fettine di zucchina tostate e fate saltare a fuoco vivo poi disponete sulla crema di zucchina con una grattatina di pepe e una spolverata di prezzemolo tritato. Questo piatto è ottimo anche con gamberi o altri molluschi. Importante: il pesce va cotto per pochissimi minuti. Scegliete zucchine molto piccole, più dolci e tenere.

Commento nutrizionale di Silvia

È un primo piatto di mare, profumato e ricco. La verdura rende il piatto più voluminoso, dando l’impressione di una porzione “magnum”. Le capesante, protagoniste del piatto, come molti altri molluschi sono povere di calorie, di colesterolo, ma anche di grassi  e questo si traduce in uno scarso apporto di omega-3; apportano però fosforo, sodio e vitamina A. La zucchina dona volume al piatto che quindi sembra ancora più abbondante. La zucchina è un ortaggio poco calorico dal sapore delicato e quindi adatto ad ogni ricetta, “camuffabile” quindi anche facilmente, per i bambini che non amano la verdura. È anche molto digeribile, adatto anche a persone che soffrono di colite, o dopo problemi intestinali. Il latte, per intolleranti e vegani è sostituibile con un altro cucchiaio di acqua e una punta di amido di mais, oppure con latte di soia.
Per completare il pasto può essere sufficiente un’ insalata. Per un pasto più ricco e completo si può servire, come secondo piatto della pepata di cozze, oppure del polpo in insalata, o mezza porzione di pesce al sale o al cartoccio, accompagnati da verdura cruda o cotta. Attenzione però  a non esagerare con il condimento