venerdì 23 agosto 2013

CURCUMA (glossario)

la Curcuma longa, della famiglia delle Zinziberacee, come lo zenzero, è chiamata anche zafferano delle Indie, perchè assomiglia per colore e per gusto. Il rizoma è largamente usato nella cucina orientale da migliaia di anni, è l’ingrediente base dei curry e viene usato largamente nell’industria come colorante alimentare. La medicina tradizionale ayurvedica – indiana - l’ha sempre tenuta in grande considerazione per le sue proprietà antiinfiammatorie, digestive, stimolanti la produzione di bile e le funzioni del fegato nella digestione. Oggi la scienza ha scoperto le ottime proprietà nutraceutiche di una sostanza, la curcumina, che ha ottime proprietà antiossidanti e si consiglia per la prevenzione dei tumori, soprattutto alla prostata, e per i problemi biliari . In oncologia oggi si usa per la sua interazione positiva con i chemioterapici e altri farmaci, in quanto ne migliora l’assorbimento. Il sapore è dolce aromatico con una nota leggermente piccante, si può usare al posto dello zafferano nel risotto alla milanese o in altri  piatti di pesce o di carne, soprattutto con il pollo e i legumi.