lunedì 21 dicembre 2015

Fusilli con broccoli e pomodori secchi


80 g pasta integrale o di farro
160 g di cimette di broccolo romano o siciliano
2 pomodori secchi
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 acciughe salate
3 olive nere denocciolate
1 spicchio d’aglio
peperoncino rosso
1 cucchiaio di olio evo


Tutto il sapore del Sud e della cucina mediterranea in questa pastasciutta che fa venire l’acquolina in bocca. Attenzione però a dissalare con cura pomodori capperi e acciughe e a mettere pochissimo sale nella pasta, altrimenti risulterà salato invece che saporito.

Mettete in acqua tiepida separatamente i pomodori secchi e i capperi, lasciateli reidratare per una mezz’ora, poi sciacquateli bene: lavate accuratamente l’acciuga sfilettandola. In una pentola con acqua non salata in ebollizione fate scottare solo le cimette di broccolo per non più di 5 minuti (devono rimanere ancora compatte e croccanti) sgocciolatele con una schiumarola e mettetele da parte,conservando due mescoli di acqua di cottura. Nel frattempo mettete in una padella olio, aglio, peperoncino, olive a fettine, acciughe, capperi e i pomodori a pezzetti: fate rosolare lentamente – senza sale! - per un paio di minuti con due cucchiai di acqua di cottura, poi unite metà delle cime di broccolo e lasciate insaporire. Frullate le rimanenti cimette e due cucchiai di acqua di cottura per ottenere una vellutata che sistemerete sul fondo del piatto di portata.

Sempre nell’acqua di cottura dei broccoli cuocete la pasta al dente, scolatela e fatela saltare nella padella con due o tre cucchiai del brodo vegetale, mescolando bene. Adagiate sulla vellutata di broccoli che darà la parte cremosa e avvolgente, col gusto dolce della verdura in contrasto col sapore deciso della pasta. Ottimo! Potete servire, a vostra scelta, con una leggera grattata di pecorino o di parmigiano, ma non è indispensabile.


Commento nutrizionale di Silvia

Questa pasta rientra sicuramente tra le mie preferite. Profumata, adatta alla stagione, molto mediterranea, si può fare anche quando il frigorifero è praticamente vuoto (il broccolo è sostituibile con cavolo, verza, zucchina). È un piatto antiraffreddore, date le molteplici virtù degli alimenti usati.
I pomodori secchi perdono il loro contenuto di vitamina C ma non di vitamina A (i carotenoidi danno il colore rosso al frutto), di cui l’olio favorisce l’assorbimento, essendo la vitamina A liposolubile.
I capperi rendono digeribile il piatto (quelli più piccoli sono più saporiti). Le acciughe contengono omega-3, quindi utili per il benessere del sistema circolatorio.
Il peperoncino favorisce la digestione di alimenti ricchi di amido (come la pasta), la capsaicina contenuta migliora la circolazione, è un antibatterico naturale, fluidifica il catarro, aiuta le difese immunitarie, ottimo quindi nei mesi freddi.
I broccoli fanno parte della famiglia delle crucifere o brassicacee, sono ricchi di vitamina C (100g di broccolo forniscono metà della dose giornaliera raccomandata), e contengono molecole che neutralizzano sostanze cancerogene nell’intestino.